Crociera? Why not!

/Crociera? Why not!

Crociera? Why not!

By | 2018-04-23T18:35:13+00:00 luglio 4th, 2017|Africa, Europa, Francia, Marocco, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna|0 Comments

Se si osserva una cartina dei traffici marittimi del mondo si fa quasi fatica a distinguere quale sia il mare e quale la terra, tante che sono le linee verdi tracciate dalle navi. Quante volte, ritrovandoci in una città di mare o su una spiaggia, ci siamo soffermati ad osservare l’orizzonte? Quante volte abbiamo sognato, guardando quella sottile linea blu scuro che separa i due azzurri, quello marino e quello celeste? In una calda giornata afosa d’estate o in una gelida e triste giornata breve d’inverno, quante volte il mare è stato il nostro silenzioso compagno? Per me, molte volte, è stato vita. Crediamo di conoscere così bene questo muto ascoltatore, questo nostro amico dei momenti gioiosi e di quelli difficili, ma cosa sappiamo realmente di lui, dei suoi abitanti? Non parlo di pesci e squali, no. Parlo degli abitanti umani che ogni giorno l’attraversano in lungo e in largo, a bordo di transatlantici, navi da crociera, mercantili e petroliere. Cosa sappiamo realmente di loro?
Erano queste le domande che mi ponevo prima di imbarcarmi a lavorare per una famosa compagnia di navi da crociera (di cui non farò nome); ebbene sì, amando così tanto i viaggi, per un certo periodo della mia vita ho pensato di lavorare viaggiando, o viaggiare lavorando, appunto, lavorare in nave. A chiunque stia pensando ad una soluzione di questo tipo dico: NO. Fermati! Lavorerai un sacco e non vedrai molto delle città di scalo, è molto più conveniente oggigiorno lavorare a terra e sfruttare al meglio le proprie ferie… chiunque abbia mai lavorato come crew member su una nave da crociera, sa a cosa mi riferisco! Ma questa è un’altra storia e io non voglio dilungarmi sui lati positivi o negativi della vita di un lavoratore di bordo.
Ai tempi del mio imbarco, comunque, tutto questo non lo sapevo, pensavo solo che avrei visto il mondo, e pensavo, inoltre, che avrei scritto un libro, stile “Love Boat” ma molto più incentrato sulle città visitate. Ho deciso di riutilizzare i miei appunti di quei tempi per scrivere questo articolo, in cui, comunque, riporterò solo delle “pillole” di città costiere, ma di più di una crociera. Perciò, se state pensando di partire via mare, controllate in quali città farete scalo, qui ne troverete probabilmente di più.

AMSTERDAM

Per la mia prima crociera l’imbarco è stato proprio dal porto di Amsterdam, e purtroppo non ho potuto visitarla come avrei voluto. La città di Amsterdam è spesso nota ai giovani per i suoi quartieri a luci rosse e per la possibilità di far uso di droghe leggere senza essere considerati dei fuori legge, ma è in realtà molto più di questo! Si tratta infatti della città più famosa dell’Olanda, fondata nel 1275 e diventata simbolo di grandezza sotto la dinastia degli Orange. Oggi vi sono molti musei importanti come il Van Gogh Museum, il museo di Anna Frank e altri famosissimi musei e case d’arte. Piazza Dam è la storica piazza centro per antonomasia della città, vi si affacciano numerosi monumenti, per un bel giro di questo posto inizierei da qui. Ci si può perdere poi nella caratteristica rete di canali lunga più di cento chilometri, che rappresentano il centro storico della città. Per assaporare al meglio questo posto fatto di isolette, acqua e case storte (le fondamenta si trovano talvolta proprio in acqua!), dobbiamo letteralmente perderci in questo fitto groviglio. Che questa sia la partenza della vostra crociera o che sia soltanto una breve tappa, il tempo a vostra disposizione non sarà molto! Prepariamoci a tornare al porto dunque, pronti per la prossima tappa…

DOVER

Dover, la città delle bianche scogliere! “Le bianche scogliere di Dover…” La magia che si presenta ai nostri occhi è il motivo per cui questo posto è stato nominato all’inizio di innumerevoli romanzi, come scenario di romantiche storie d’amore tormentate. Sono famose in tutto il mondo e la cittadina dall’inconsueto aspetto rappresenta la meraviglia naturale più famosa di questo angolo della Gran Bretagna. Le scogliere, prevalentemente di calcare, raggiungono l’altezza di circa 105 metri. Siccome l’azione erosiva del vento è sempre in azione, fate attenzione a sporgervi, mantenetevi ad almeno cinque metri dal precipizio, non si sa mai! Il diario di bordo informa: “…Dover è da sempre collegata con il porto francese di Calais; punto strategico sulla costa, usata per ospitare guarnigioni, arsenali e scuole militari. Il castello di Walmer, simbolo della città, nei secoli è stato trasformato da fortezza a residenza ufficiale di Lord Warden…” Vale la pena scendere a terra, se non altro per respirarne l’atmosfera e visitarne le antiche mura! Ma ricordate, solo poche ore prima di ripartire per la prossima meta…

LA CORUNA

Dopo un paio di giorni al freddo, finalmente iniziamo ad assaporare il caldo in Spagna! Per quanto si trovi al nord, il clima inizia ad essere già più mite. La Coruna è una delle più importanti città portuali della penisola iberica, ed è simboleggiata dalla Torre di Ercules, da lì si può osservare tutta la città ed il suo porto! Alcuni di voi, i più aggiornati in ambito sportivo e calcistico, probabilmente la conosceranno anche per la sua squadra, il celebre, Deportivo La Coruna. Se avrete tempo per visitare questa graziosa cittadina dovete sapere che è divisa in due parti: la città vecchia, con strade medioevali e palazzi barocchi, e la città nuova, commerciale ed estesa intorno al porto e alla spiaggia. Se avete tempo perdetevi tra i monumenti e le chiese da visitare, ma se come me state facendo una breve tappa con la nave probabilmente visiterete soltanto la parte circostante il porto. Non dimenticare di assaggiare tortillas e cerveza prima di ripartire!

LEIXOES (PORTO)

Situato a solo 9 chilometri dal centro di Porto, Leixoes è lo scalo marittimo più famoso del nord del Portogallo, distaccato dal centro amministrativo della città, ma strettamente legato alla sua storia. Nato come porto agricolo serviva inizialmente ad imbarcare vino destinato ai traffici dei mercati internazionali. Il mio consiglio è quello di scendere, anche per poco, e assaggiare direttamente il vino del luogo, così famoso in tutto il mondo!

LISBONA

Penso che lungo la nostra crociera questo sia il porto più emozionante, sotto ogni punto di vista. La nave si avvicina talmente alla città che sembra quasi di entrare in casa di qualcuno, staccarne i panni stesi e salutare i dirimpettai. Si ferma proprio di fronte ad un candido monumento bianco, e sembra di poterlo quasi toccare con la mano! (La foto è stata scattata proprio dal ponte della nave…) Ma non perdiamo tempo, andiamo a visitare questo splendido porto! Anche in poco tempo la città si può girare davvero bene. Io mi sono immediatamente diretta alla grande piazza centrale, Praca do Comèrcio, immensa. Portatevi al centro e assaporate questo senso di vastità e grandezza. Da lì potete dirigervi lungo una via ricca di negozi, siamo appunto nella zona commerciale della città; questa parte di Lisbona è caratterizzata da grandi strade lastricate collegate tra loro da piccoli vicoli scoscesi, larghi a dir tanto un metro e mezzo. Gironzolare senza meta per queste vie caratteristiche permette di assaporare veramente l’aria della capitale portoghese. Vi resta ancora un po’ di tempo, se volete potete prendere un caratteristico autobus “vetusto” che vi condurrà direttamente al castello di Sao Jorge, una struttura con vista mozzafiato che sorge nel sito dell’acropoli dell’antica città. Dopo esservi immersi nel passato passeggiando tra queste mura potete perdervi tra le stradine dell’Alfama, il quartiere più anticamente abitato della città. Scorrazzate tra salite e discese lasciandovi ammaliare dai dettagli, come un pappagallo portoghese a far la guardia o i bizzarri abiti stesi nelle viottole, e ricordate che “salida” è “uscita” e non “salita”! A zonzo per questa splendida città si è fatto tardi, è l’ora di dirigerci verso le candide spiagge di Cadice.

CADICE

È la più antica città della penisola iberica, fondata dai Fenici prima dell’occupazione dei Cartaginesi. Il porto della città si è espanso con la scoperta dell’America, ma quando i coloni hanno ottenuto l’indipendenza la città è caduta in rovina.
Se avete tempo, a un’ora da Cadice si trova Siviglia, dove potrete visitare l’Alcazar, fortezza e palazzo arabo, i cui interni sono ornati di decorazioni arabesque, multi color, mentre all’esterno i giardini in stile Mori. Tornando a Cadice vi consiglio di fermarvi in spiaggia, la scelta è ampia! La Playa de la Caleta è una tra le più amate, narrata addirittura nelle canzoni del carnevale per la sua bellezza unica. È lunga circa 400 metri e ricorda in parte La Havana di Cuba! Potete recarvi in alternativa a Playa de la Victoria, situata nella parte nuova di Cadice. Sabbiosa, senza rocce, estesa per la lunghezza di circa 3 chilometri è una delle spiagge più visitate dai turisti. In alternativa, a metà tra queste due famose spiagge, si trova Playa de Santa Marìa, piccolina e con splendide viste sul vecchio distretto di Cadice.

MALAGA

Gli arabi considerano Malaga il Paradiso Terrestre, e questo spiega perché si stanziarono proprio lì. Con lo scalo in questo porto è possibile visitare Granada e Alhambra, una vera e propria città nella città, il cui nome deriva dal colore di cui si tingono le mura. Era un luogo per i principi arabi e i re, che ne hanno costruito i giardini a immagine del paradiso islamico. In alternativa, nel tempo dello scalo, potete visitare la Costa del Sol e Marbella, luoghi di grande interesse turistico e anch’essi molto vicini al porto di Malaga! Purtroppo io non sono potuta scendere qui, pertanto aspetto nei vostri commenti qualche resoconto!

PALMA DE MALLORCA

La più grande e popolata delle isole Baleari. È stata perseguitata a lungo dai pirati nel secondo secolo avanti Cristo, notizia per me alquanto importante siccome spiega gli innumerevoli cannoni che ancora oggi possiamo osservare (io non lo sapevo, pensate che i primi cannoni hanno origine addirittura nel III secolo a.C.!). Venne poi conquistata dai romani e successivamente dagli arabi. Il centro della città è dominato dalla cattedrale di Santa Maria, visitatela se ne avete il tempo, io purtroppo ho potuto vederla solo in lontananza. Pensate che fu ristrutturata da Gaudì, per quanto lo avessi studiato e lo adori, questo particolare mi era proprio sfuggito… Il vecchio quartiere storico è molto pittoresco così come le famose Dragon Caves, punto fortemente turistico dell’isola. Importante consiglio: se invece volete rilassarvi e andare nelle famose spiagge, prendete l’autobus, o vi ritroverete a vagare inutilmente per molto tempo!

MARSIGLIA

È la città più antica della Francia, fondata dai Greci e successivamente dai Galli. Per la sua posizione strategica è stata dominata diverse volte da numerosi popoli. Il più famoso monumento è la chiesa Notre Dame de la Garde, del tredicesimo secolo. Se avete parecchio tempo potete visitare con calma la città, inoltre, non lontano, si trova Avignone che fu la residenza del Papa dal 1309 al 1403. Se state visitando la città nel corso di una crociera affrettatevi, non avete molto tempo, e ricordatevi dei numerosi bus che dovrete prendere dalla nave al centro e dal centro alla nave!

VALENCIA

Si tratta della capitale della comunità autonoma di Valencia e giace sulla bocca del fiume Turia. Le prime persone a colonizzarla furono i Romani, che durante le leggi augustee la allargarono con un ampio numero di palazzi. Si succedettero vari governatori nei secoli, prima annessa al regno di Aragon, che le diede autonomia amministrativa. Recentemente la città ha visto la fioritura di nuovi palazzi, come l’acquario e la città d’arte e scienze, disegnata dall’architetto Calatrava. Sbizzarritevi a cercare questi dettagli mentre la visitate, io purtroppo non ne ho avuto molto tempo.

CASABLANCA

È una metropoli molto moderna con un porto artificiale che è la forza guida del commercio. La parte più vecchia della città è la Medina vicino alla moschea di Hassan II. La vecchia Medina è situata vicino alla nuova Medina ed incapsula tutte le atmosfere e il fascino dell’antica città araba. Un altro importante centro è Rabat, dove si può visitare il Royal Palace, il mausoleo di Mohammed V e la torre di Hassan. In ogni caso, se avete poco tempo come ne ho avuto io, vi consiglierei di visitare la moschea. E’ maestosa, imponente. Quando arriverete a piedi o in taxi rimarrete senza parole. Immersi in tutto quel marmo, bianca, con una torre che si staglia verso il cielo intarsiata di mosaici azzurri, lasciatevi affascinare. E’ suggestiva, da togliere il fiato.

Purtroppo per me dovevo lavorare, pertanto questo è tutto ciò che sono riuscita a vedere, ma a voi andrà sicuramente meglio… Sempre che non sia la festa del Montone! Avete capito benissimo: si tratta di una festa in cui i poveri animali malcapitati vengono sgozzati e ammassati ai bordi delle strade… gli ospiti non erano molto felici dello scenario raccapricciante, ma sicuramente voi sarete più fortunati!

…che dire ancora, la mia esperienza di crociera è sicuramente molto diversa da quella che farà la maggior parte di voi, ma è stata allo stesso modo ricca di emozioni, incontri, legami…
Nonostante tutti gli aspetti, anche quelli negativi, è un tipo di viaggio che vi consiglio di sperimentare almeno una volta nella vita! E poi, chissà, magari capiterà anche a voi di essere a bordo durante le riprese di un film, come è capitato a me. Fare lezioni di Crossfit insieme a Luca Argentero o di yoga insieme a Ilaria Spada, e assicurarvi una comparsa all’interno di un cine-panettone! In ogni caso, film o no, fatemi sapere le vostre esperienze di crociera, o, se avete bisogno di consigli, io ci ho lavorato e sarò felice di esservi d’aiuto! Un grande pregio di questo tipo di viaggi? Tante città in poco tempo… Nota negativa? Come avete potuto notare non si riesce a visitare molto approfonditamente alcun posto… E adesso raccontatemi le vostre esperienze, a presto, dalla vostra viaggiatrice Camilla!

Leave A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Consenti i cookie cliccando su "Accetta"

Chiudi