Toscana Parte 2 – Sud

/Toscana Parte 2 – Sud

Toscana Parte 2 – Sud

By | 2018-04-23T18:32:06+00:00 dicembre 4th, 2017|Europa, Italia|0 Comments

[…l’articolo continua dal precedente: Toscana parte 1, Versilia, Lucca, Pisa, Firenze!]

Esiste una regione, che sorge proprio al centro del nostro meraviglioso paese, davvero speciale. Non può deludervi in estate, con le sue bianche spiagge; non vi deluderà in primavera e autunno, con le sue splendide città d’arte tutte da visitare; non può deludervi in inverno, con i suoi paesini ricchi di storia. La Toscana, dunque, non è mai un errore! Per girarla tutta, questa terra che separa la Liguria dal Lazio, avrete bisogno di parecchio tempo, pertanto richiedete un bel po’ di ferie, o, in alternativa, fate come me, giratela in diverse occasioni. Ho girato in Toscana con la famiglia, da sola, con le amiche e con il mio ex ragazzo, è una regione che porto nel cuore con amore perciò cercherò di descriverla nel dettaglio, suddividendo i vari viaggi in sotto capitoli, in questo articolo leggerete di Volterra, San Gimignano, Siena e la famosa Isola d’Elba!

VOLTERRA

Divenuto famoso in tutto il mondo per essere la casa dei Volturi nei libri e nei film della serie “Twilight” di Stephenie Meyer, Volterra è un comune italiano della provincia di Pisa, in Toscana… sapete la cosa buffa? La piazza del comune dove sono state girate le scene del film sono in realtà di Montepulciano, altro comune toscano molto simile! In ogni caso, ormai famoso nell’immaginario collettivo come “casa dei vampiri” è una meta piuttosto ricercata per Halloween, ed è proprio in occasione di un ponte in questo periodo che qualche anno fa mi ci sono recata coi miei genitori e mio fratello!

Spesso definito “paesino Medievale” presenta in realtà ancora molte costruzioni risalenti all’epoca etrusca, periodo in cui la città di Volterra ebbe grande notorietà. Fu poi, questa volta proprio nel Medioevo, sede di un’importante signoria vescovile, infine è famosa ancora oggi per l’estrazione e la lavorazione dell’alabastro (roccia giallo-bruna utilizzata in ambito decorativo). Ma mettiamo da parte i dati tecnici e torniamo al nostro viaggio… vi innamorerete di Volterra appena la scorgerete dal basso, dalle stradine immerse nel verde; quando inizierete a salire e la scorgerete lassù sarete già persi nella sua bellezza, mentre vi guarda dall’alto, tutta arroccata nel suo color pietra!

{…noi abbiamo dormito all’Hotel Nazionale, molto centrale e dentro le mura della città. Consiglio per la sua comodità.}

Sarete già appassionati a questo posto quando camminerete su e giù per le sue stradine, che sia giorno o che sia sera, vi ammalierà; vive nella mia memoria come se ci fossi stata ieri. Non potete assolutamente perdervi la piazza, anche se non è quella del film!

Il Duomo della città, l’etrusca “Porta dell’Arco”, la Torre Toscano, sono tutte tappe obbligate; ma se siete in zona per Halloween, non potete farvi assolutamente scappare il loro museo delle torture!!

Una mia fortuna è stata capitare un giorno in cui nel paese vi erano assaggi di ogni tipo tra le case e le botteghe del paese, ricordo la festa delle papille gustative di quella splendida giornata… una notte di riposo e poi pronti a ripartire alla volta di San Gimignano!

SAN GIMIGNANO

…spero che lungo il tragitto vi siate fermati (o vi fermerete) come noi negli splendidi campi di girasoli…

…San Gimignano, comune italiano in provincia di Siena, -questa volta correttamente- conosciuto come borgo Medievale, presenta l’architettura tipica del periodo ed è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità!

Proprio come è successo per Volterra, vi innamorerete di San Gimignano non appena inizierete a scorgere le sue torri dalla strada… pensate che vi sembrano tante, ma adesso sono soltanto 16 delle 72 che esistevano nel periodo d’Oro del comune… immaginate cosa doveva essere di bellezza? Noi ci siamo amorevolmente persi in uno splendido giro turistico della cittadina, a zonzo tra le sue stradine, concedendoci poi una meravigliosa cenetta in piazza.

{Questa volta abbiamo optato per un rilassante albergo con piscina, di cui vi allego una foto…}

Giusto il tempo di un tuffo e si riparte, direzione Siena!

SIENA

…famosa in tutto il mondo per la sua storia e la sua arte, universalmente nota per il suo palio: avremmo potuto perdercela?

Prima che vi parli dei numerosi punti di interesse voglio raccontarvi di una particolarità che ha davvero affascinato me: i Terzi, ovvero le divisioni all’interno delle mura! Per capirci… è come se fossero quartieri, ma ognuno con un suo stemma: creano una vera e propria divisione della città, e vengono a loro volta suddivisi nelle varie Contrade, diciassette storiche sotto suddivisioni, rappresentate ognuna da colori diversi! Pensate che gli stemmi e i festoni colorati sono addirittura posti all’inizio delle vie! È qualcosa che mi ha davvero stupito e divertito molto!
Con il naso all’insù, intenta a cercare i vari colori tra gli stretti vicoli della città, potete immaginare lo spettacolo dell’arrivo nell’immensa Piazza del Campo (la famosa piazza circolare di Siena)? Sbalorditivo, vi allego una mia foto sul posto.

Se non ci siete mai stati, immaginate di arrivare da uno spazio molto angusto in uno spazio immenso, circolare, pedonale, e concavo, circondato da splendidi palazzi!

Possiamo camminare tra le altre stradine, osservare la famosa (stupenda) cattedrale bianca e nera, cercare il famoso Battistero e gli altri splendidi palazzi, ma niente ci darà la stessa emozione che ci ha dato la piazza! Mi sbaglio?

… dopo aver girato la città mangiando un bel cono non ci resta che una tappa allo stadio Artemio Franchi per far felici anche gli uomini della famiglia, infine si torna in macchina, lo splendido week end d’arte e cultura è giunto al termine!

Voi, però, continuate a leggere, perché se procediamo a sud-ovest e decidiamo di continuare il nostro giro toscano, è giunta l’ora di visitare un’isola microscopica ma molto famosa… meglio in estate, ma mai un errore… stiamo andando all’Isola d’Elba!!

L’ISOLA D’ELBA

…l’Isola d’Elba è un nostro paradiso che ad ora rimane ancora abbastanza naturale e attrae, ogni anno, un numero immenso di turisti da tutto il mondo; possiamo noi, italiani, non essere stati in questa meraviglia del nostro bel Paese?

Io ci sono stata più volte da piccolina, siccome parte dei miei avi viene anche da lì, ma non me la ricordavo benissimo quando, da più grande, l’ho visitata tutta con il mio ex ragazzo, in un romanticissimo giro in moto dell’isola!

Se anche voi come noi decidete di andarci in moto (o di noleggiare uno scooter lì) state facendo una scelta ottima!

{il mio ex ragazzo (con cui sono in ottimi rapporti) e la sua famiglia affittano la casa in cui ho soggiornato io, perciò, se volete andarci, non esitate a contattarmi in privato, vi girerò il contatto! La casa è un amore e si trova a Marina di Campo, un posto di per sé incantevole.}

Arriverete dopo il tragitto in traghetto e avrete voglia di una bella pizza e birretta fresca in spiaggia, allora vi consiglio di fare come noi e stendervi sotto il cielo stellato sulla finissima sabbia di Marina di Campo!

Per il secondo giorno vi propongo una gita verso la spiaggia di Cavoli, non ve ne pentirete… si tratta di una spiaggia di sabbia con queste splendide rocce (di cui vi allego una foto) levigatissime che appaiono quasi come se ci fossero state appoggiate sopra… non perdetevela!

Potrete poi spostarvi a Seccheto, nei tragitti in moto, non mancheranno paesaggi di questo tipo… avete mai visto così tante sfumature di azzurro?

A seconda del tempo a vostra disposizione, potete scegliere se unire nello stesso giorno una terza meta o se farla l’indomani, ciò che è certo è che non potete perdervi la famosa spiaggia di Fetovaia, magari potete anche decidere di restarci una giornata intera, è un incanto!

Per le sere vi consiglio due posti davvero carini: Capoliveri e Porto Azzurro, io ci ho lasciato il cuore! Lasciatevi ammaliare dal folclore delle strade e dall’inconfondibile profumo di Elba…

Ma continuiamo il nostro giro: una gita che merita davvero, se siete moto muniti, è quella a nord, passando dalla costa dapprima, ma anche dall’interno; incontrerete persino dei bambi sulle alture! Tornando verso la spiaggia, a Sant’Andrea troverete posti così in cui concedervi un bel riposo…

La roccia che vedete a sinistra è diventata la mia grotta privata! Ci siete stati anche voi?

Oppure, se non avete bisogno di riposo, rimettendovi in moto potreste arrivare a Marciana e avere una vista dall’alto su Marciana Marina…

Cosa ne dite poi, di incontri alla National Geographic con simpatici amici alla Biodola o in una spiaggetta nascosta nel golfo di Procchio?

Lei si chiama Johanna.

Ma l’Isola d’Elba non è un posto che si presta solo per vacanze estive!

Potete perdervi in splendidi parchi in rovina nelle vicinanze di Portoferraio in autunno, come ho fatto io; concedervi l’opportunità di lasciarvi affascinare da splendide mareggiate e dalla forza della natura; oppure mettervi sulle tracce di Napoleone e visitare la sua casa… come vi dicevo all’inizio dell’articolo, la Toscana tutta (e anche l’Elba) va bene in ogni stagione!
Ciò che è certo è che, se amate la Toscana, non potete perdervi questa sua isola, ricca di magia…

E poi, mentre aspettate il traghetto vicino a Portoferraio, perchè non concludere il giro? potete sempre concedervi un tour intorno alle spiagge del nord-est… a me il fondale non piace molto in confronto a quello del sud, voi cosa dite?

Se poi, invece, dovesse capitarvi di andare a Rio Marina, a est, fatemelo sapere! Vi manderò a trovare i miei parenti lontani, vengono tutti da lì! Io purtroppo ci sono stata quando ero davvero troppo piccolina, ma tornerò, è una certezza!

Nel frattempo, continuando a sognare, vi aspetto per il prossimo articolo! Fatemi sapere come sempre le vostre impressioni, io, intanto, vi abbraccio, vi aspetto anche su instagram, dove possiamo comunicare ogni giorno, e dove continuerò ad aggiornarvi sul mio prossimo viaggio!..

Cami…

Leave A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Consenti i cookie cliccando su "Accetta"

Chiudi